IL PH: TERRA E IDROPONICA

da GREENTOWN
Il pH di una soluzione nutritiva indica il suo livello di acidità o di alcalinità. Il pH è importantissimo nella coltivazione per la disponibilità dei concimi.
 
 Anche se estremi di pH rischiano di danneggiare le radici, la ragione principale per la quale è importante conoscere il livello di pH della soluzione nutritiva è che influisce direttamente sulla disponibilità degli elementi nutritivi.
Carenze specifiche appariranno nelle soluzioni meglio equilibrate, se il ph non è ad un buon livello (vedere tabella). Per il benessere delle vostre piante si consiglia di gestire bene e di regolare il pH secondo i loro bisogni per garantire loro una disponibilità nutritiva ottimale. Numerosi fattori influenzano il pH, compresa l'attività microbica, le interazioni atmosferiche e il ricircolo della soluzione nutritiva.
Controllate regolarmente il vostro livello di pH, e mantenetelo, per quanto possibile, tra 5.5 e 6.2, per la maggior parte delle piante.
 
INFO PER CHI UTILIZZA ACQUA AD OSMOSI IINVERSA
Ecco un buon consiglio per i giardinieri che utilizzano l'acqua ad osmosi inversa, per tamponare l'acqua e per permettere di stabilizzare il pH.
Esistono 2 mezzi altrettanto efficaci:
1. Per che preferisce la semplicità, basta aggiungere il 20% di acqua del rubinetto alla vostra acqua ad osmosi inversa.
2. Per i puristi che non vogliono utilizzare acqua del rubinetto o che si trovano in zone dove l'acqua è particolarmente cattiva, ecco come fare in 2 semplici fasi:
- inizialmente far salire il pH a 10.0 con pH Up o con del carbonato di potassio.
- quindi farlo scendere a 6.0 con pH Down.
 
In entrambi i casi otterrete un'acqua con la quale lavorare senza problemi di fluttauzioni intempestive di pH.
Se cliccate su questo link  troverete una serie di prodotti utili per il controllo e per la correzione del pH.
 
schema assimilazione ph
 
 tratto da Eurohydro.com